KABS

INNOVATIVO IMPIANTO DI FRENATA, ALTAMENTE TECNOLOGICO:

Da sempre ho concentrato la mia grande passione per i nostri mezzi, su ogni singolo dettaglio. Dal punto di vista regolamentare, negli anni il kart non ha presentato sostanziali cambiamenti, piuttosto, c’ è chi con coerenza, determinazione e perseveranza, ha apportato importanti evoluzioni tecniche…io ad oggi posso dire di essere uno di quei pochi.
E’ vero che il kart nasce per le competizioni e che i neofiti o gli amatori che si avvicinano a questo sport, acquistino visualizzando risultati sulle riviste o dai risultati nelle gare locali dei piloti di ogni rivenditore, ma non possiamo fare di tutta un'erba un fascio….
Ricordiamoci che il go-kart è composto da un telaio, un motore, i pneumatici ed un pilota. Purchè andare ad interporre a vostro piacimento ogni singolo elemento da me menzionato, tali rimangono e chi vince è sempre e solo 1, ma siamo nel XXI secolo, impariamo a dare valore alla “tecnologia ed alla innovazione”.
Per questo motivo ho inventato, realizzato e testato fino al raggiungimento di obiettivi meccanicamente finora mai raggiunti, un sistema che vanta di risultati prestazionali, degni di chiamarsi “KABS”. Il sistema frenante è innovativo, 3 le omologhe internazionali di cui:

1) per la KF3 (2WP) – pompa freno con recupero integrato, tubi freno aeronautici, pinza freno posteriore ergonomica con pistoni calamitati, disco freno posteriore in ghisa, flottante auto ventilante da 16mm di spessore per 195mm di diametro e porta disco a sezione dodecagonale con bilanciamento a Ø.

 


2) per la KF2 (4WH) – oltre al materiale previsto per l’impianto sopra menzionato, questo impianto si avvale in aggiunta della pompa freno manuale e dischi freno anteriori flottanti in acciaio da 3mm per 149 di diametro esterno.


3) per la KZ (4WP) – utilizzato per la KZ e le altre categorie con il cambio, risulta essere l’impianto completo nel mondo del kart. Le pompe freno sono due, una per la parte anteriore e l’altra per il comando del posteriore, gestite entrambe da uno spettacolare ripartitore di frenata completamente ricavato dal pieno, semplice e funzionale nella sua praticità. Il tubo freno anteriore anch’esso di tipo aeronautico, si sdoppia fino al raggiungimento delle due pinze freno anteriori, le quali a sua volta agiscono su due dischi freno in ghisa flottanti auto ventilanti da 10mm di spessore per 149 mm di diametro esterno.


L’innovazione di cui ne va fiera la nostra azienda è il nuovo sistema di supporto ruote anteriore.

Se
condo i miei studi, sulle categorie equipaggiate con i freni anteriori, i problemi che riscontravano molti tecnici e piloti nei test e nelle gare internazionali e/o amatoriali è che l’assetto del kart, dipendendo molto dal funzionamento di tutto l’anteriore, con gli ultimi sistemi utilizzati da alcuni dei grandi nomi del nostro mondo (mozzo porta disco e mozzo supporto cerchio ruota - accoppiati mediante delle spine in acciaio), apportasse dei ritardi alla risposta ed il funzionamento del telaio dal momento in cui le ruote anteriori iniziano il loro lavoro nel procedimento di frenata per l’ ingresso in curva.


Tale è composto da un fusello speciale, un supporto pinza freno radiale ed un mozzo porta disco e porta ruota, monopezzo.


Questo per far si che tutte le proprietà meccaniche trasmesse al telaio, dal funzionamento di ogni tipo di pneumatico utilizzato, come sopra descritto, potessero essere il più veloci ed il più sincere possibile, anche dalla lettura della superficie del pneumatico stesso.
Inoltre tale sistema non pregiudica assolutamente la scorrevolezza del telaio a centro curva in quanto il perno fusello è da 17mm. (1) ed il mozzo (4) stesso è scarnito al limite per l’ottimizzazione dei pesi.

Quali i vantaggi di questo sistema:

Praticità: il nostro sistema permette di variare la carreggiata del telaio senza più dovere alzare il telaio da terra…basta allentare il bullone della ghiera (2) in ergal ed il dado (7) esterno al cerchio, poi ruotando a mano la ghiera (2) millimetro per millimetro, si muoverà tutto il complessivo ruota (freno compreso) senza più dover smontare niente.

Funzionalità: Viene fornito con due boccole in acciaio con le quali, la prima (5) si utilizza per variare i primi 15mm di carreggiata, la seconda (6) da 15 a 40mm. di carreggiata, usufruibile per ogni lato.
Inoltre tramite lo spostamento dell’attacco radiale, la pinza può essere utilizzata in 2 diverse posizioni, una standard e l’altra più verticale. La sede cuscinetti fusello ospita No.04 cuscinetti a sfere (di serie da Ø10mm – a richiesta cuscinetti da Ø8mm ) in modo da fornire resistenza e durata anche alle maggiori sollecitazioni.

Grazie alla multi foratura sull’aletta fusello per l’attacco dei braccetti ed il diametro ridotto del
corpo fusello, tale impianto può essere montato su i telai di qualsiasi marca.


Lorenzo Lungani
Titolare LGK Racing 

 Kabs